Condizioni Generali di Contratto

Knott GmbH (versione del 17.07.2011)

Premessa
La vostra controparte contrattuale nelle ordinazioni è la società Knott GmbH, Obinger Strasse 15, 83125 Eggstätt, Germania (di seguito chiamata "Knott"). Le presenti Condizioni Generali di Contratto non si applicano ai consumatori ai sensi del § 13 del codice civile tedesco (BGB), a meno che non vi si faccia esplicito riferimento.

1. Generalità
1.1 A fondamento di tutte le intese, le consegne, i servizi e le offerte in rapporto ad aziende, persone giuridiche di diritto pubblico e patrimoni speciali di diritto pubblico (di seguito chiamate "committente"), poniamo le nostre seguenti condizioni; esse si considerano in ogni caso accettate con il conferimento dell'ordine o con l'accettazione della consegna o del servizio. Coloro che hanno accettato queste condizioni acconsentono contestualmente che esse siano applicate nei loro confronti anche in caso di futuri ordini, consegne o ritiri. Si applicano inoltre le nostre disposizioni in materia di sfera privata e riservatezza dei dati personali; tali disposizioni sono consultabili in qualsiasi momento sul nostro sito Internet.
1.2 Condizioni diverse del committente o dell'acquirente, da noi non riconosciute per iscritto, non saranno per noi vincolanti, anche senza nostra espressa opposizione. Per il caso in cui il committente ponga a base del suo ordine condizioni diverse, l'ordine sarà da noi accettato solo sulla base delle nostre Condizioni Generali di Contratto. In particolare procederemo a consegnare al committente la merce ordinata, basandoci senza eccezioni su quanto da noi disposto in merito alla riserva di proprietà estesa di cui al punto 6.
1.3 Gli ordini si considereranno accettati solo quando da noi confermati per iscritto o per fax o per email corredata di firma elettronica qualificata, o altrimenti con la spedizione della merce.
1.4 Del resto, anche tutte le intese e le dichiarazioni aventi rilevanza giuridica richiedono la forma scritta, il che vale anche per le modifiche di questo requisito della forma scritta.
1.5 Tutte le offerte della merce non comportano impegno e non sono vincolanti. L'offerta sul sito Internet non costituisce un'offerta vincolante, ma è solo un mezzo di promozione finalizzato all'emissione di tale offerta. Nel caso in cui un prodotto non sia più disponibile, Knott provvederà a informarne di conseguenza l'acquirente. In questo caso non entrerà in vigore un eventuale contratto.

2. Termini di fornitura o prestazione
2.1 Le date di fornitura o prestazione si considerano concordate a titolo non vincolante. Il termine decorre dal giorno d'invio della conferma d'ordine e si considera rispettato quando, prima del suo scadere, la merce abbia lasciato lo stabilimento/magazzino oppure, essendo possibile una spedizione, sia stato comunicato l'avviso di merce pronta oppure quando si sia offerto di erogare il servizio. Questa comunicazione ovvero questa offerta sarà eseguita per iscritto.
2.2 In caso di consegna anticipata farà fede quella data e non quella pattuita in origine.
2.3 Con riserva che i nostri fornitori eseguano consegne a noi corrette e puntuali.
2.4 Il termine di fornitura o prestazione si protrarrà - anche nel lasso di un ritardo di fornitura o prestazione - in misura adeguata nel caso si presentino ostacoli non previsti e per noi impossibili da evitare malgrado la ragionevole cura secondo le circostanze del caso, sia che essi si verifichino presso di noi o presso i nostri fornitori (ad esempio cause di forza maggiore, guasti funzionali, interventi delle autorità, agitazioni sindacali, ritardi nella consegna di materie prime, componenti, gruppi e articoli commerciali essenziali). Lo stesso vale in misura corrispondente anche nel caso di sciopero e serrata. Comunicheremo al committente tali impedimenti, anche senza esservi tenuti. Nel caso essi si presentino, avremo comunque titolo ad erogare forniture parziali o a recedere dal contratto. In questo caso saranno esclusi diritti d'indennizzo del committente a norma del punto 8.
2.5 In caso di emendamenti successivi al contratto che possano incidere sui tempi di fornitura o prestazione, questi ultimi si protrarranno in misura adeguata, per quanto non si trovino accordi speciali al riguardo.
2.6 Nel caso si superino i tempi di fornitura o prestazione (incluse tutte le proroghe) di oltre tre mesi, il committente avrà solo il diritto di recedere dal contratto, per quanto la consegna o la prestazione non sia già intervenuta. Sono esclusi diritti di risarcimento danni del committente, a norma del punto 8.
2.7 Le disposizioni del punto 2 si applicano analogamente ai tempi e ai termini per il ritiro. Il ritiro non puntuale comporta ritardata accettazione del committente e/o dell'acquirente.

3. Prezzi
3.1 Gli ordini per cui non si siano espressamente convenuti prezzi fissi, saranno da noi addebitati ai nostri prezzi di listino, in vigore alla data della fornitura o della prestazione e, in mancanza di questi, in misura equa.
3.2 Saremo autorizzati ad applicare a supplemento in fattura l'imposta nel relativo ammontare di legge.
3.3 Saranno inoltre in ogni caso conteggiati in aggiunta i costi di imballaggio, trasporto, affrancatura e assicurazione del valore della merce, oneri di viaggio e trasferimento nonché supplementi di spesa per il vitto. Lo stesso vale per i maggiori costi in caso di accordi per forniture parziali, prestazioni parziali e spedizioni o prestazioni urgenti.
3.4 Anche ad eventuali prezzi fissi espressamente concordati si applica quanto segue:
Se entro i termini di fornitura o prestazione (cfr. sopra al punto 2), si verifica una variazione dei prezzi del materiale grezzo o dei materiali ausiliari oppure una variazione dei salari, avremo allora diritto a ridefinire i prezzi in misura equa.

4. Pagamento
4.1 I corrispettivi da noi richiesti maturano per il pagamento dopo che sia pervenuta la nostra fattura o una distinta di versamento equivalente e sono da liquidarsi immediatamente. Il committente è considerato moroso se non ottempera entro 30 giorni dal ricevimento di una fattura o equivalente distinta di versamento, o dal ricevimento della nostra fornitura o prestazione. La concessione di una dilazione di pagamento fino a 30 giorni nulla muta a questo riguardo. Se concederemo una dilazione di pagamento che supera i 30 giorni, il committente sarà allora moroso se non provvederà al pagamento entro la scadenza di questa dilazione. Il pagamento si intende effettuato solo al momento in cui Knott può disporre liberamente dell'importo.
4.2 Gli interessi di mora ammontano a 8 punti percentuali al di sopra del tasso d'interesse di base applicabile dalla legge. Abbiamo il diritto di richiedere, in luogo di questo tasso d'interesse, tassi maggiori pari all'ammontare dei tassi calcolati dalla nostra banca per crediti su scoperti di conto, inclusa la provvigione di scoperto, se nel corso del ritardo di pagamento da parte del committente operiamo con credito bancario d'importo minimo pari alle nostre richieste di corrispettivo. Ciò non esclude la rivendicazione di un maggior danno da parte nostra.
4.3 Gli effetti cambiari saranno accettati solo a titolo eccezionale previa intesa solo caso per caso e solo solvendi causa, senza garanzia per protesti e a condizione che siano scontabili ed anche ad esclusione di ogni proroga dell'importo fatturato. Nell'eventualità del ritardato pagamento (cfr. punto 4.1) avremo sempre diritto a pretendere l'immediato pagamento in contanti contro restituzione dell'effetto cambiario. Se la situazione patrimoniale del committente o del traente o dell'accettante o di uno dei cedenti peggiorasse, mettendo così a rischio la soddisfazione delle nostre richieste di corrispettivo, potremo allora esigere dal committente, anziché l'immediato pagamento in contanti contro restituzione dell'effetto cambiario, il rilascio di sufficienti garanzie, anche conservando l'effetto cambiario, entro un termine adeguato da stabilirsi a nostra cura.
4.4 Ogni ritardo di pagamento (cfr. punto 4.1), anche risultante da precedenti ordini, ci dà diritto di recedere dal contratto senza diffida o imposizione di un termine e di richiedere il risarcimento dei danni. Lo stesso vale nel caso in cui la predetta garanzia non sia rilasciata nel rispetto dei termini.
4.5 Abbiamo titolo a rifiutare la fornitura della merce o il servizio in sede o altra prestazione di nostra competenza nei confronti del committente se, una volta concluso il contratto, risulti evidente che il nostro diritto a controprestazione è messo a rischio per carenti possibilità del committente. Il nostro diritto a rifiutare la prestazione decade quando sia soddisfatta la nostra richiesta di corrispettivo o sia rilasciata una garanzia al riguardo. Abbiamo inoltre diritto a fissare al committente un adeguato termine entro il quale il committente, a fronte della nostra prestazione, proceda parallelamente ad effettuare la sua controprestazione o, a sua scelta, a fornire per essa una garanzia.
4.6 Il committente non può procedere a compensazioni con controrivendicazioni che non siano da noi riconosciute per iscritto o legalmente accertate, né far valere un diritto di ritenzione a motivo di queste rivendicazioni.

5. Passaggio dei rischi, spedizione e trasporto
5.1 Quando la merce sia ritirata dal committente o inviata al committente, il rischio di perimento accidentale e di deterioramento accidentale della merce passa al committente con la consegna della merce ai nostri incaricati di vendita, e comunque non più tardi del momento in cui essa lascia lo stabilimento o il magazzino, e questo indipendentemente dal fatto che la spedizione parta dal luogo di adempimento e da chi sostiene le spese di trasporto. È considerato ritiro da parte del committente anche il caso in cui il committente incarichi noi in qualità di vettore. Quando la merce sia pronta ad essere spedita, ma la spedizione o la presa in consegna ritardi per motivi non imputabili a noi, il rischio passa allora al committente o all'acquirente con il ricevimento dell'avviso di merce pronta da parte del committente o dell'acquirente. Ciò vale anche nel caso sia impossibile effettuare la spedizione.
5.2 Abbiamo la facoltà, ma non l'obbligo, di provvedere all'imballaggio e alla spedizione, a nostra propria discrezione.

6. Riservato dominio
6.1 La merce consegnata resta di nostra proprietà fino al pagamento integrale di tutti i crediti derivanti dal rapporto commerciale tra noi e il committente, ai sensi del § 449 del codice civile tedesco (BGB). La regolazione di singoli crediti in una fattura corrente come anche la traenza del saldo e la sua approvazione non intaccano il riservato dominio.
6.2 Il committente può rivendere la merce riservata, però non gli è consentito costituirla in pegno o trasferirne la proprietà a titolo di garanzia. Il committente è tenuto a tutelare i nostri diritti in caso di rivendita a credito di merce in riservato dominio.
6.3 Il committente cede a noi fin da ora i suoi crediti dalla rivendita della merce in riservato dominio e noi accettiamo questa cessione con riserva. A prescindere dalla cessione e dal nostro diritto all'incasso, il committente ha titolo alla riscossione dei suoi crediti per quanto non sia in ritardo con i suoi impegni nei nostri confronti (cfr. punto 4.1) e non cada in stato d'insolvenza. Su nostra richiesta, il committente deve fornire i dati relativi ai crediti ceduti, necessari alla loro riscossione, e comunicare ai debitori la cessione.
6.4 Il committente provvede a lavorare o trasformare per noi la merce in riservato dominio, senza che ne risultino per noi delle obbligazioni. Nel caso in cui la merce in riservato dominio sia lavorata, associata, mescolata o amalgamata con altre merci non appartenenti a noi, sul nuovo oggetto che ne risulta spetterà a noi una quota di comproprietà pari al rapporto in valore della merce in riservato dominio con la restante merce trasformata, quale presente al momento in cui essa viene lavorata, associata, mescolata o amalgamata. Se il committente acquisisce la proprietà esclusiva sul nuovo oggetto, le parti contraenti concordano allora che il committente assegni a noi la comproprietà sul nuovo oggetto nel rapporto di valore della merce in riservato dominio trasformata o associata, mescolata o amalgamata e la custodisca per noi a titolo gratuito. Potremo esigere in qualsiasi momento il corrispettivo in denaro della nostra quota di comproprietà, senza però poter richiedere la proprietà del nuovo oggetto.
6.5 Se la merce riservata viene rivenduta insieme ad altre merci, che sia senza o dopo essere stata trasformata, associata, mescolata o amalgamata, la cessione sui futuri crediti sopra pattuita varrà solo per l'ammontare del valore della merce riservata che viene rivenduta insieme ad altre merci.
6.6 Il committente è tenuto a metterci tempestivamente al corrente di misure di esecuzione forzata di terzi sulla merce in riservato dominio o sui crediti ceduti anticipatamente, con consegna della documentazione necessaria per un intervento.
6.7 Ci impegniamo a svincolare a nostra discrezione le garanzie a noi spettanti secondo le precedenti disposizioni, a richiesta del committente per quanto il valore ecceda del 20% i crediti da garantire.
6.8 Sono fatti i salvi i diritti di legge ai sensi dei §§ 437 ss. e dei §§ 634 ss. del codice civile tedesco (BGB).
6.9 Nel caso in cui la nostra proprietà riservata sia compromessa dalla condotta colposa di terzi, tra cui si annoverano anche organi o prestatori d'opera del committente, quest'ultimo cede a noi le richieste d'indennizzo che ne derivano nei confronti di questi terzi, fatta in ogni caso salva la perdurante responsabilità propria del committente. Noi accettiamo questa cessione con riserva.
6.10 Se a motivo del nostro riservato dominio prendiamo indietro la merce fornita, tutti i costi così generati, e in special modo i costi di trasporto, ispezione e ripristino, saranno a carico del committente. Per il resto registreremo a credito del committente la merce presa indietro al valore all'atto del ritiro. Questo valore sarà da noi stabilito in misura equa.

7. Garanzia, responsabilità e vizi
7.1 Sarà possibile prestare una garanzia soltanto se sia comparso un vizio malgrado un utilizzo, stoccaggio o trasporto conforme alle disposizioni, adeguato e regolamentare della merce. In caso di merce destinata al montaggio è inoltre necessario che il committente abbia testato tale merce in maniera appropriata alla rispettiva destinazione d'uso e d'impiego e per un tempo ragionevole, senza riscontrare difetti. L'onere di verificare che sussistano i presupposti di cui al presente punto spetta al committente.
7.2 Non assumiamo altre garanzie se non quelle prescritte dalla legge. In particolare sottolineiamo espressamente che non forniamo alcuna garanzia sul fatto che si possano soddisfare concessioni o condizioni governative. La responsabilità di ogni concessione governativa e di soddisfazione di qualunque condizione ricade sul committente stesso.
7.3 Se la merce è viziata, o se mancano caratteristiche assicurate oppure se entro i termini del periodo di garanzia si manifesta un vizio, riguardo al quale non si escluda un diritto di garanzia del committente come da punto 7.1 o 7.2, si applicherà quanto segue:
saremo tenuti, a nostra scelta, escludendo ogni maggiore diritto del committente, a provvedere o a sostituire la parte viziata della merce oppure a ripararla ovvero a restituire il prezzo d'acquisto parallelamente alla merce resa.
7.4 Per la denuncia di vizi non palesi si applica un termine perentorio di un anno a partire dall'inizio della prescrizione di legge.
7.5 La constatazione di vizi deve essere a noi comunicata immediatamente, in caso di vizi visibili entro dieci giorni al massimo dal ricevimento, in caso di vizi non visibili subito alla loro individuazione. Spetta inoltre al committente esaminare immediatamente la merce per rilevare danni evidenti di trasporto, stabilirne corrispondenza e quantità ed eccepire tempestivamente un'eventuale non conformità. La segnalazione di vizi o reclami deve in ogni caso avvenire per iscritto. In caso di segnalazione non rispettosa della forma o dei termini, la merce si considererà approvata. Si rimanda al § 377 del codice commerciale tedesco (HGB).
7.6 La durata della garanzia è di 1 anno e decorre dalla consegna delle merci al committente o dal momento in cui risulti possibile procedere alla consegna, quando la stessa ritardi per una ragione rientrante nei rischi di ambito del committente.
7.7 Se lasciamo passare una congrua proroga del termine a noi assegnata, senza aver provveduto alla compensazione o eliminato il vizio, oppure se la riparazione non risulta efficace, il committente avrà allora diritto, a sua scelta, a ridurre il corrispettivo da noi richiesto o a recedere dal contratto, e comunque solo nel caso di un definitivo chiarimento tecnico. Le richieste di risarcimento danni del committente sono in questo caso escluse, ai sensi del punto 8.
7.8 Per le forniture sostitutive e le riparazioni noi rispondiamo nella stessa misura dell'oggetto di fornitura originario, ma il termine di garanzia originario non decorre ex novo, bensì trova applicazione includendo anche le forniture sostitutive e le riparazioni.
7.9 Al momento della presentazione, i nostri prodotti sono conformi sia alle disposizioni di legge che allo stato della scienza e della tecnica. Ogni utilizzo e montaggio che non rientri nella tipologia e nella modalità previste da Knott comporta l'esclusione della garanzia su qualunque danno ne risulti.
7.10 Nell'eventualità di una riparazione, anche solo tentata, della merce, eseguita da terzi o dal committente o dal compratore senza il nostro consenso scritto, si invalida qualsivoglia diritto di garanzia. Ciò non si applica, quando il committente dimostri che un eventuale vizio della merce non è riconducibile alla condotta di cui si è detto.
7.11 Si escludono diritti di risarcimento da parte del committente per danni derivanti da servizi da noi erogati, ai sensi del punto 8.

8. Diritti di risarcimento danni
La nostra esclusione di diritti di risarcimento danni da parte del committente non si riferisce a danni risultanti da lesioni alla vita, al corpo o alla salute dovute a inadempimento per negligenza da parte nostra o a inadempimento intenzionale da parte di un rappresentante legale o di personale ausiliario di parte nostra o a danni che si basano su un grave inadempimento da parte nostra o su un inadempimento doloso o grave di un rappresentante legale o di personale ausiliario di parte nostra.

9. Prescrizione
I diritti di risarcimento danni del committente cadono in prescrizione dopo un anno, a meno che non vi sia azione dolosa da parte nostra o si sia in presenza di uno dei casi di cui al punto 8.

10. Luogo di adempimento
Luogo di adempimento sarà Eggstätt o Regenstauf, a nostra discrezione.

11. Diritto applicabile e foro competente
11.1 Al rapporto giuridico tra noi e il committente o acquirente è applicabile esclusivamente il diritto della Repubblica Federale Tedesca, fintanto che il luogo di adempimento o della prestazione si trovi in Germania.
11.2 Se il committente o cliente è un imprenditore, una persona giuridica di diritto pubblico o un patrimonio speciale di diritto pubblico, il foro competente sarà, a nostra scelta, Rosenheim o Regensburg.
11.3 Negli scambi commerciali transnazionali si applica il diritto di compravendita internazionale (convenzione ONU), osservando la misura che prevede che le particolari disposizioni delle nostre Condizioni Generali di Contratto siano prioritarie, con particolare riguardo a tempi di consegna, prezzo, pagamento, passaggio dei rischi, spedizione e trasporto, riservato dominio, garanzia, responsabilità e ricorso in garanzia per vizi, diritti di indennizzo particolari e luogo di adempimento.

12. Clausola di salvaguardia
Se una delle disposizioni precedenti non dovesse avere validità giuridica, in tutto o in parte, l'efficacia giuridica delle restanti disposizioni non ne sarà toccata. Le parti contraenti hanno l'obbligo di sostituire la disposizione non valida nel caso specifico con una regola il più equivalente possibile ai fini del successo economico.

Knott GmbH, Bremsen - Achsen, D-83125 Eggstätt

SSL SSL